Immobile all’asta non aggiudicato: l’occasione sfumata!

Ciao sono Marco Cavalli, un avvocato per bene! :D

In questo post dal titolo “Immobile all’asta non aggiudicato, occasione sfumata”, parlerò di una recente gara cui ho partecipato.

Immobile all’asta non aggiudicato: storie di ordinaria amministrazione.

Lucio Dalla così diceva in una sua vecchia canzone: “Bisogna saper perdere. Non sempre si può vincere!”

Ebbene, nelle aste immobiliari l’insuccesso fa parte del gioco.

Spesso si parte con tutte le carte in regole e le migliori aspettative.

Però poi, alla fine, per un motivo o per un altro, l’immobile non te lo aggiudichi ma va a qualcun altro.

Caratteristiche dell’immobile all’asta.

Ma ecco il caso affrontato: appartamento di circa 100 mq, in Bari, zona Carrassi, al confine col quartiere San Pasquale, a pochi minuti dal Policlinico di Bari.

L’immobile all’asta è occupato in virtù di contratto di locazione con scadenza prevista per il 2024.

Il mio cliente ritiene di poter accettare questo piccolo sacrificio e mi conferisce l’incarico di partecipare all’asta presentando un’offerta per suo conto.

Quindi, solita routine: redazione e invio telematico di un’offerta per persona da nominare. 

L’offerta da me presentata è in linea con il prezzo stabilito per l’offerta minima: circa 68mila euro.

Pertanto, nella data fissata per l’esame delle offerte pervenute, una sorpresa: nonostante l’immobile fosse occupato, risultano pervenute ben dieci offerte valide.

Cioé dieci offerenti, nonostante l’immobile rimarrà occupato sino al 2024 per un canone vile, hanno ritenuto di accettare questo piccolo sacrificio e partecipare all’asta.

Ok, nulla di strano. Ognuno è libero di fare le sue valutazioni sulla convenienza dell’affare.

Pertanto, essendo pervenute più offerte valide, il professionista delegato ha aperto la gara al rialzo della durata di cinque giorni.

In questi casi, solitamente tutto si svolge nell’ultima ora di gara dove gli offerenti, realmente interessati, scoprono le proprie carte effettuando uno o più rilanci allo scopo di aggiudicarsi l’immobile.

Effettivamente così è andata. Tutto si è svolto nell’ultimo giorno e nell’ultima ora di gara.

Strategia adottata e immobile all’asta non aggiudicato.

Con il mio cliente, interessato all’acquisto dell’immobile come prima casa, avevamo concordato una chiara strategia, in caso di gara.

Rimanere inerti sino all’ultima mezz’ora, dell’ultimo giorno di gara, per poi presentare una rilancio importante alla scadenza.

Budget massimo a disposizione: 105mila euro, spese accessorie comprese.

E così, negli ultimi minuti di gara, abbiamo presentato un rilancio di circa undicimila euro sull’ultima offerta.

L’intenzione era quella di spiazzare (e sbaragliare) la concorrenza alzando in modo consistente il prezzo di aggiudicazione; e poi rimanere a vedere cosa accadeva.

Tuttavia questa strategia non si è dimostrata efficace, come potrai notare dalla seguente foto. In essa sono indicati i rilanci che si sono susseguiti in corso di gara e quelli da me effettuati.

asta-telematica-avvocato-cavalli

Alla nostra offerta ne sono subentrate altre, seguite da nostri ulteriori rilanci.

Tuttavia, a un certo punto, superato il budget massimo di spesa, non abbiamo potuto fare altro che stare fermi a guardare l’esito della gara.

In buona sostanza è successo che, nel giro di pochi minuti, il prezzo è schizzato verso l’alto attestandosi sulla cifra di aggiudicazione di 114mila euro.

La foto sopra riprodotta ben evidenzia i vari rilanci presentati dagli offerenti in gara.

Bisogna saper perdere; non sempre si può vincere.
Anche le offerte in asta giudiziaria non sfuggono a questa regola!

Immobile all’asta non aggiudicato: sfortuna o approccio sbagliato?

E quindi: qual è il segreto per aggiudicarsi un immobile all’asta?

In realtà non ci sono segreti ma certezze.

Alla fine tutto si riconduce, infatti, ad un paio di motivi:

  1. presentare un’offerta valida, senza vizi formali;
  2. avere la disponibilità di un adeguato budget.

E’ quindi importante farsi assistere, in sede di redazione e invio (ormai telematico) dell’offerta all’asta da un tecnico con esperienza.

Attenzione all’offerta telematica: l’errore è dietro l’angolo!

Quando si partecipa ad un’asta la prima cosa cui prestare attenzione è l’offerta. Infatti, se l’offerta contiene vizi formali verrà esclusa dall’asta.

Per evitare errori e perdere occasioni, ti consiglio di rivolgerti ad avvocati esperti in materia immobiliare che possano aiutarti a presentare l’offerta in sede di asta immobiliare.

Se non hai riferimenti, puoi contattarmi e richiedere la mia assistenza. Negli anni, ho presentato numerose offerte irrevocabili per conto di clienti interessati agli immobili all’asta.

Le foto di questo post documentano in modo chiaro come posso assisterti: dalla presentazione dell’offerta, all’assistenza in fase di gara, al preventivo calcolo di tutte le spese collegate all’asta in caso di aggiudicazione.

Leggi anche il seguente articolo: “Aste giudiziarie: immobile aggiudicato presso il Tribunale di Bari.

Vuoi partecipare ad un’asta immobiliare?

Esaminata la perizia, visitato l’immobile, non sai come presentare l’offerta telematica.

Contatta l’avvocato Marco Cavalli che eseguirà, per tuo conto, tutte le operazioni necessarie per partecipare all’asta.

In caso di gara, hai le idee chiare sul da farsi?

Altro aspetto fondamentale è il seguente: quando si partecipa all'asta, è bene prefigurarsi la concreta ipotesi di dovere affrontare una gara e così valutare sin dove spingersi.

E' certo che, in alcuni casi, l'assenza di competitors renderà tutto più semplice e meno costoso. Ma non si può partecipare ad un'asta nella speranza che non ci siano altre offerte valide!

E' necessario avere le idee ben chiare sulle somme da investire, altresì prevedendo le spese accessorie in caso di aggiudicazione dell'immobile.

Se vuoi saperne di più, ti invito a contattarmi tramite il form in questa pagina oppure a leggere gli ulteriori articoli che ho scritto in materia di aste immobiliari.

Leggi anche il seguente post: "Aste giudiziarie: le spese accessorie al prezzo di aggiudicazione."

Se invece vuoi conoscere le aste giudiziarie bandite nella tua zona, puoi consultare il Portale delle Vendite Pubbliche.

(foto di Nattanan Kanchanaprat da Pixabay)

Diffondi il post sui tuoi canali social.

Articoli recenti

Stabiliamo un contatto!

Scrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere aggiornato su articoli e iniziative dell'avvocato Marco Cavalli.

ATTENZIONE: per attivare l'iscrizione clicca sul link che riceverai a mezzo mail.

Clicca qui!
Riceverai una mail: CONFERMA LA TUA ISCRIZIONE alla mailing list!

Lascia qui un tuo commento, grazie!

La scrittura del presente post ha richiesto l'impiego di tempo ed energie preziose.
Un tuo breve commento dimostrerà apprezzamento per il lavoro svolto.

Ricorda però che: 1) si accettano solo commenti utili e pertinenti al contenuto del post; 2) non puoi linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità (il commento non verrebbe comunque pubblicato); 3) i commenti offensivi o non pertinenti saranno moderati e  potrebbero non essere pubblicati.