Sulla carta, tutti gli avvocati sono bravi. Ma, tra tanti prìncipi del Foro, come individuare il professionista adatto alle tue esigenze?

Gli avvocati ed il (pessimo) marketing: quel che non si dice.

Hai un problema da risolvere! E, non sapendo a chi rivolgerti, vai a caccia di avvocati su Google!

Tuttavia i risultati deludono le tue aspettative! Consulti decine di siti di studi legali, l’uno la fotocopia dell’altro: tante vetrine prive di contenuto.

Il 99% dei siti di avvocato sembra costruito col copia e incolla: impostazione grafica tutto sommato identica e contenuti privi di informazioni utili.

In ogni sito, c’è l’avvocato di turno che, dopo una breve presentazione, si proclama specialista di qualcosa in base ad una non meglio precisata esperienza consolidata, comprovata, affermata, ecc.

Tutti gli avvocati, poi, si dichiarano attenti alle esigenze della clientela con cui sono soliti instaurare un rapporto di fiducia, orientati come sono al problem solving e all’assertività (termini di cui, ogni volta, ti sfugge il significato).

Ma nulla di più. Non ci sono blog o, se ci sono, non sono aggiornati; non si parla, in concreto, di casi affrontati. Nulla di nulla!

E allora decidi di condurre la tua ricerca secondo parametri diversi: parti dall’argomento giuridico di tuo interesse per poi risalire all’autore dell’articolo, quasi certamente un avvocato.

Ma, anche in questo caso, i risultati non ti soddisfano. Trovi decine e decine di articoli, grosso modo simili, che commentano tutti le stesse sentenze e giungono a conclusioni analoghe.

Articoli che sembrano scritti da avvocati per altri avvocati, con citazione di norme, commi e capoversi che, tutto sommato, non ti interessa comprendere.

Cercasi avvocato: i risultati della tua indagine su internet.

Al termine della tua ricerca, i risultati, sulla carta, sono deludenti: decine di avvocati esperti di qualcosa che (almeno così dicono) coccolano i propri clienti con attenzione, spirito critico, consulenze “sartoriali” tagliate su misura, bla, bla, bla!

Informazioni, tutto sommato, ovvie. Cosa ti aspettavi? E’ il marketing, bellezza!

Tuttavia non hai trovato le informazioni che cercavi; alla fine della tua ricerca, non c’è traccia dell’avvocato in grado di rispondere ai tuoi dubbi sul tuo specifico problema.

Come distinguere un avvocato dall’altro se tutti dicono le stesse cose?

In fondo, hai notato che la stragrande maggioranza dei professionisti, presenti su internet, ripete informazioni generiche, ovvie, superflue. Per te è normale e scontato: non ti verrebbe mai in mente di rivolgerti ad un avvocato privo di adeguata formazione ed esperienza, di cui non ti fidi ciecamente. E’ vero?

Perché allora, decine e decine di professionisti, su internet, ripetono gli stessi sterili concetti e non dicono nulla di diverso gli uni dagli altri?

Per esempio, è scontato che, tra professionista e cliente, vi debba essere un rapporto di fiducia! Perché allora evidenziarlo come valore aggiunto quando il legame professionale si basa, per sua natura, sulla fiducia? Sarebbe da folli affidare la gestione dei propri affari ad un avvocato sconosciuto di cui non ci si fida! Vero?

Eppure ti posso assicurare che nella stragrande maggioranza dei casi, ci si affida a professionisti di cui nulla si conosce, per semplice sentito dire o passaparola!

L’avvocato tuttologo che non si sbilancia!

Ti sei quindi accorto che il mercato dei servizi legali è fatto di avvocati più o meno” esperti in qualcosa, che affermano di saper fare un pò di tutto! Li riconosci subito questi avvocati: parlano in modo uniforme, vago e stereotipato, senza distinguersi gli uni dagli altri.

Questi professionisti sono convinti che, presentandosi in modo generico, aumenteranno la loro clientela senza perdere fette di mercato!

E allora, ti domandi: se tutti gli avvocati, su internet, parlano per sommi capi e dicono, più o meno, le stesse cose, come distinguere l’avvocato che fa al caso tuo? Perché quando tutti usano uno stesso linguaggio, quel linguaggio perde di valore. Perché quando un avvocato dice di fare un pò di tutto, non fornisce una chiara identità di sé agli occhi di un potenziale cliente.

Espressioni del tipo “comprovata esperienza in materia YYY”, in assenza di ulteriori informazioni e occasioni di confronto, lasciano il tempo che trovano. Evidenziano una carenza di contenuti e l’incapacità, di chi li utilizza, di distinguersi dai propri concorrenti.

E per un avvocato, non distinguersi in un mercato saturo, quale quello dei servizi legali, è un gravissimo errore di comunicazione!

Tu sai bene, infatti, che un rapporto di fiducia si costruisce nel tempo, condividendo idee ed esperienze!

Ti sei rivolto ad internet solo per una ragione: per sapere se esiste un avvocato in possesso della necessaria e verificabile esperienza per risolvere il tuo problema.

E’ scontato: tutti cercano l’avvocato esperto e vincente. Che, quando gli parli, ti ascolta e comprende quello che dici!

Riconosci la pecora nera all’interno del gregge!

Perché, in fondo, è scontato: chi ha una grana legale, vuole affidarsi ad un avvocato esperto nel trattare “quello” specifico problema.

E tutte le persone in difficoltà desiderano ardentemente un professionista che abbracci la loro causa e si faccia carico delle loro ragioni.

Tutti cercano, come minimo, un avvocato esperto e competente, dotato di uno spiccato senso di responsabilità; un avvocato che, quando gli parli, ti ascolta e comprende quello che dici.

Ma quando l’offerta è uniforme, come individuare il professionista in grado di risolvere il tuo problema? Qual è l’elemento che fa la differenza?

Piccolo o grande avvocato? Le dimensioni non contano.

Conta forse l’organizzazione dello studio legale? In termini assoluti, no: un piccolo studio legale può lavorare bene o male, al pari di un grosso studio.

Il piccolo studio legale, con organizzazione minima, favorisce il rapporto di fiducia tra cliente e singolo professionista.

Cosa che certamente non avviene nel grosso studio legale, all’interno del quale la tua pratica sarebbe seguita da uno o più collaboratori e non dal titolare dell’ufficio.

A mio avviso, però, questi elementi, in termini assoluti, NON fanno la differenza nella scelta di un avvocato.

Un piccolo studio legale, infatti, se ben organizzato, può lavorare bene quanto un grosso studio. Così come non è detto che un grosso studio possa soddisfare le esigenze di qualsiasi tipo di clientela.

Come riconoscere, allora, l’avvocato migliore per il tuo caso?

focuslegale_contatta_avvocato_Marco_cavalli_banner

Gli avvocati bravi si lasciano trovare (su internet).

Internet è uno strumento diabolico. Tiene memoria di tutto ed è difficile non lasciare una traccia di sé nel web.

E proprio questa caratteristica della rete può tornarti utile nella tua ricerca. Il buon avvocato, infatti, si lascia trovare su internet.

Se hai individuato un avvocato, molto probabilmente, è perché il suo nome è comparso tra i primi risultati della tua ricerca su internet. Ma questo dato non è indicativo della bravura del professionista (ed anzi è fuorviante) se non lo confronti con altri elementi. E allora, approfondisci la tua ricerca.

Da una successiva indagine, avrai verificato che quello stesso avvocato gestisce un blog professionale in cui pubblica, con cadenza periodica, articoli aggiornati e pertinenti.

Ottimo, hai di fronte un professionista che condivide informazioni ed esperienze!

E leggendo il suo blog, avrai avuto modo di comprendere il suo modo di ragionare e il suo approccio alle questioni trattate. Avrai così scoperto che quell’avvocato può aiutarti a risolvere il tuo problema.

Tutti questi elementi potrebbero spingerti a contattarlo per parlargli del tuo caso e verificare se, in concreto, egli può aiutarti a mettere ordine nelle tue vicende personali.

Complimenti! Con un’analisi intelligente e consapevole dei dati su internet, hai trovato il professionista che cercavi.

L’avvocato giusto esiste! Ma solo se lo cerchi.

Il tuo scopo è quello di trovare un avvocato che dimostri adeguata competenza per il tuo specifico problema.

Su internet, dovrai pertanto scegliere quel professionista che, al di là di affermazioni generiche, sappia comunicarti (tramite blog ed articoli) le proprie esperienze, condividendole con te.

Frequentando uno o più blog giuridici, acquisirai nuove conoscenze che ti renderanno una persona informata e pronta a scegliere i professionisti di cui vorrai circondarti.

L’avvocato e l’informazione nell’era digitale.

Al giorno d’oggi, il principale scopo dell’avvocato è quello di sopravvivere in un mercato saturo in cui la figura del libero professionista è messa in crisi da nuove realtà in aperta concorrenza con le figure tradizionali.

Il libero professionista che non si distingue dalla massa è destinato a perdere la battaglia contro il tempo che (s)corre verso il futuro.

Personalmente, penso che il miglior modo di distinguere me stesso dagli altri avvocati consista nell’informare ed educare il mio cliente ideale.

Il sito di fOcusLegale è nato anche per questo motivo, per informare le persone con problemi legati alla gestione della proprietà immobiliare, al risarcimento danni, alle successioni mortis causa nel patrimonio immobiliare.

Informare le persone ed abituarle al confronto è per me fondamentale. Quindi ti invito a leggere frequentemente questo mio blog e a partecipare attivamente alla sua crescita, commentando gli articoli, a fondo pagina, o condividendoli con i tuoi amici e conoscenti.

Scegli il miglior avvocato (secondo te)!

Per questo, quando in futuro ti rivolgerai ad un professionista, chiedigli se ha mai pubblicato articoli su siti giuridici, blog, riviste di settore, ecc.

Chiedigli se partecipa a convegni in qualità di relatore; domandagli se dedica all’attività di studio il tempo necessario, dopo tutte le attività congressuali e di informazione.

Chiedigli se è sua abitudine condividere le informazioni di cui è in possesso; se informa periodicamente i suoi clienti dei risultati conseguiti e delle esperienze maturate.

Sono sicuro che, con le risposte ricevute e le informazioni raccolte, potrai scegliere consapevolmente, se non il miglior avvocato d’Italia, quantomeno il migliore avvocato per te!

CONTATTA L'AVVOCATO

E ora mi raccomando: continua a leggere questo blog!

Iscriviti alla newsletter dell'avvocato Marco Cavalli per ricevere gli aggiornamento del blog.

Se invece vuoi una consulenza, clicca sul pulsante qui sopra!

CONTATTA L'AVVOCATO