Ciao sono Marco Cavalli, un avvocato per bene! :D

Terremoto in centro Italia: distrutti interi borghi del Belpaese.

by -tag = -3 min read-

Nella notte del 24 agosto, tre scosse sismiche hanno colpito il centro Italia. Interi borghi distrutti nelle province di Ascoli Piceno, Perugia, e Rieti. Numerose le vittime.

Terremoto: gli epicentri e le magnitudo.

Nella notte del 24 agosto, tre distinte scosse di terremoto si sono susseguite nel cuore della notte colpendo una vasta area ricompresa tra Lazio, Marche ed Umbria. Le tre distinte scosse, avvertite tra le 3,30 e le 4,30 di notte, hanno avuto un’intensità elevata (magnitudo tra i 4,0 ed i 6,0 gradi della scala Richter), terrorizzando la popolazione locale per interminabili minuti.

Interi paesi cancellati dalla cartina geografica: nulla o quasi è rimasto di Amatrice (noto borgo in provincia di Rieti), Pescara del Tronto (AP) ed Accumoli (RI). Tra le altre località interessate dal sisma: Norcia, Rieti, Perugia, Amandola, Montappone.

Nonostante i soccorsi, pressoché immediati, numerose le vittime coinvolte: per il momento sono stati registrati oltre 70 decessi e numerose decine di dispersi (dati della Protezione Civile). Cordoglio ed umana compassione per le popolazioni colpite dall’immane tragedia.

Incalcolabili i danni al patrimonio artistico e storico-architettonico.

Incalcolabili i danni al patrimonio artistico e storico-architettonico: il paese di Amatrice, annoverato tra i borghi più belli d’Italia, è  praticamente raso al suolo.

Lo stesso, o quasi, dicasi per altre località della zona, promotrici della vita a misura d’uomo (slow-life): Arquata del Tronto, Accumoli, Pescara del Tronto, Arquata del Tronto.

A breve, ci si interrogherà sulle misure da adottare per il recupero del patrimonio edilizio-architettonico dei luoghi colpiti dal terremoto. Nel frattempo sono in migliaia gli sfollati, rimasti senza casa e scippati del quotidiano vivere.

E la memoria va al sisma di L’Aquila ed alle mille promesse di rinascita che la politica italiana ha proclamato; alle ormai note intercettazioni telefoniche ed agli odiosi fenomeni di corruttela che hanno caratterizzato la recente storia nazionale.

Il dubbio e la domanda.

Il 16 agosto sono state registrate alcune scosse sismiche nella stessa zona, ad elevato rischio.
Una domanda: tale fenomeno avrebbe dovuto allertare, in qualche modo, gli organi competenti al monitoraggio del territorio ed alla prevenzione delle calamità naturali. O è solo fantasia?

E poi: a che punto è il piano nazionale per la prevenzione sismica programmato all’indomani del terremoto di L’Aquila? Tale strumento prevede l’accantonamento di fondi da destinare alle Regioni per l’individuazione ed il monitoraggio delle zone sismiche a rischio e per l’attuazione di un progetto finalizzato alla messa in sicurezza di edifici pubblici e privati.

Solidarietà per le popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto.

AGGIORNAMENTO del 10.09.2016, ore 13,40: purtroppo il numero delle vittime è andato via via aumentando: ad oggi sono quasi 300 le vittime del terremoto, in un triste bilancio di questa tragedia nazionale. Molti i bambini tra le vittime (fonte: Protezione Civile).
E’ stato attivato il numero  0746/278019 cui richiedere informazioni sui feriti ricoverati presso le strutture ospedaliere di Umbria e Lazio.

E’ fondamentale sostenere le popolazioni colpite dal sisma con umana compassione ed opere di bene.

La protezione civile ha attivato il numero solidale 45500: con un sms è possibile donare 2,00 euro per aiutare le popolazioni terremotate.

Numerosi gli organismi e le associazioni forensi che hanno avviato la raccolta fondi per i colleghi nelle zone sismiche: OUA, Ordine degli avvocati di Bologna.

E’ assolutamente necessario contribuire alla raccolta fondi in sostegno dei terremotati o partecipare alla donazione di sangue presso le strutture ospedaliere. Ognuno di noi, per quanto possibile, deve dare il suo contributo.

Diffondi il post sui tuoi canali social.

Articoli recenti

Stabiliamo un contatto!

Scrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere aggiornato su articoli e iniziative dell'avvocato Marco Cavalli.

ATTENZIONE: per attivare l'iscrizione clicca sul link che riceverai a mezzo mail.

Clicca qui!
Riceverai una mail: CONFERMA LA TUA ISCRIZIONE alla mailing list!

Lascia qui un tuo commento, grazie!

La scrittura del presente post ha richiesto l'impiego di tempo ed energie preziose.
Un tuo breve commento dimostrerà apprezzamento per il lavoro svolto.

Ricorda però che: 1) si accettano solo commenti utili e pertinenti al contenuto del post; 2) non puoi linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità (il commento non verrebbe comunque pubblicato); 3) i commenti offensivi o non pertinenti saranno moderati e  potrebbero non essere pubblicati.

  1. fOcusLegale 24 Agosto 2016 at 16:58 - Reply

    Terremoto in centro Italia. Coinvolte le province di Perugia, Rieti ed Ascoli Piceno. Amatrice rasa al suolo. Il Sindaco del borgo, tra le lacrime: “E’ un macello!”